Consigli per scegliere una racchetta da tennis

Consigli per scegliere una racchetta da tennis

Ti è venuta voglia di giocare a tennis dopo aver visto Alexander Zverev battere Novak Djokovic? Dopo anni di utilizzo è giunto il momento di cambiare racchetta? Stai per riprendere la tua attività da tennista, ma non trovi più l’amata racchetta che usavi nel secolo scorso? Forse è meglio accettare qualche consiglio prima di andare in un negozio o su un e-commerce specializzato in attrezzatura sportiva.

L’obiettivo di questo breve articolo non è quello di descrivere con estrema precisione i metodi costruttivi con cui vengono realizzate le racchette moderne, ma quello di dare qualche semplice indicazione che può fare la differenza tra acquistare un bel attrezzo e prenderne uno adatto al proprio stile di gioco.

È meglio ricordare che una racchetta per dilettanti o giocatori sporadici non può essere la stessa di un tennista agonista. Quindi ora pensa a che genere di giocatore sei, poi leggi questa essenziale guida per scegliere la racchetta da tennis.

Caratteristiche del telaio di una racchetta

Iniziamo da nozioni molto generali per coloro che sono davvero alle prime armi.

Se scegli un telaio più pensante devi sapere che:

  • Conferisce più potenza al colpo
  • Genera meno vibrazioni
  • Ha uno sweetspot più grande

Una racchetta con telaio più rigido:

  • Conferisce più potenza al colpo
  • Ha uno sweetspot più grande
  • Consente una risposta più uniforme
  • Trasferisce al braccio uno shock maggiore

I piatti corde di dimensioni più grandi:

  • Aumentano la potenza
  • Si oppongono maggiormente alla torsione
  • Hanno uno sweetspot più grande
  • Hanno meno rigidità

Diamo qualche indicazione più specifica sul peso della racchetta. Considerando il telaio nudo, quindi senza overgrip, corde e altri accessori, in media il peso di quello per un adulto va da 260 grammi fino a 340 grammi.

Un tennista maschio adulto che gioca regolarmente può essere a suo agio con una grammatura tra i 290 e i 315. Si consigliano pesi inferiori per bambini, adolescenti, donne che praticano tennis a livello dilettantistico e in generale per i  giocatori saltuari.

Bilanciamento della racchetta

Il bilanciamento è un fattore da non è da sottovalutare quando si deve comprare una racchetta da tennis.

Per definizione questo parametro è la distanza tra l’estremità del manico e il baricentro della racchetta.

Escludendo speciali modelli di racchette Wilson studiate per il gioco agonistico, di norma il bilanciamento del telaio si avvicina al manico al crescere del peso. Questa distribuzione del peso rende l’attrezzo molto più maneggevole.

Il bilanciamento è anche il responsabile della percezione del peso della racchetta, della spinta che si genera e del controllo che si ha sulla pallina.

Anche lo schema delle corde va considerato

Sembrerà strano a chi non è un tecnico o un super appassionato di tennis, ma anche una sola corda in più o in meno nella racchetta può fare la differenza.

Lo schema delle corde maggiormente usato è quello 16×19, ma quando si vuole avere una precisione maggiore si passa al 18×20. Uno schema meno fitto, 16×16 o 16×18, è ideale quando si vuole un maggiore spin.

Ora che ti sei fatto un’idea più chiara su cosa caratterizza le racchette per giocare a tennis, scopri Universotennis.it e trova quella giusta per te!