Head Graphene 360 Speed MP

head-graphene-360-speed-mp

Head Graphene 360 Speed MP

La Head Graphene 360 Speed MP si presenta con nuove specifiche tecniche ed una aggiornata veste grafica.

La racchetta sponsorizzata da Alexander Zverev, vincitore delle ATP Final 2018, sfoggia la nuova tecnologia Graphene 360 che rinforza le zone cardine del telaio riducendo il rischio di torsione all’impatto con la palla ed assicura una migliore stabilità al telaio.

La scheda tecnica

La Speed MP si presenta con un classico piatto corde da 100 pollici quadrati ed un peso non incordata pari a 300 grammi.

Rispetto al modello precedente è dotata di un profilo leggermente maggiorato, 23 millimetri costanti, e di una maggiore spaziatura delle corde orizzontali.

Questa maggiore spaziatura permette di aumentare l’attitudine del piatto corde nella generazione di potenza e spin, già buona grazie al pattern 16×19.

Il bilanciamento a telaio non incordato è pari a 32 cm e la rigidezza si attesta sui 63 ra, caratteristica questa che enfatizza il feeling nell’impatto con la palla.

Ovale100 sq. in.
Peso (non incordata)300 g
Bilanciamento (non incordata)320 mm
Swingweight317 kgcmq
Rigidezza rilevata63 ra
Profilo23 mm / 23 mm / 23 mm
Schema corde16×19

L’estetica

Il telaio è caratterizzato da una livrea asimmetrica semplice e moderna dove il bianco ed il nero semi lucido la fanno da padroni.

Il piatto corde è completamente nero con inserti in fibra di carbonio ben visibili nella testa della racchetta che ne impreziosiscono il design.

La scritta “Head” presente all’interno del piatto corde è bianca, così come la scritta Speed contornata però da inserti grigi.

La serigrafia “MP”, ben visibile al centro della testa del piatto corde, è argento metallizzato che sovrapposto all’inserto in fibra di carbonio crea riflessi moderni ed accattivanti.

Il nero cede al bianco, anch’esso semi lucido, in modo asimmetrico sugli steli che collegano il piatto corde al manico.

Anche sugli steli è presente la serigrafia “Speed”, questa volta nera con contorni grigi.

Personalmente trovo molto azzeccata la nuova veste grafica della Speed MP che la rende facilmente distinguibile e ben caratterizzata.

In campo – I pro

La nuova Speed MP colpisce per il feeling che ritorna sin dai primi colpi.

La moderata rigidezza (63 ra) rende il telaio confortevole e la sua struttura, con l’aggiunta delle fibre di carbonio, favorisce una migliore trasmissione delle sensazioni di gioco al tennista che la impugna.

Come anticipato, il profilo maggiorato e l’aumento della spaziatura delle orizzontali fanno si che il telaio sia particolarmente orientato alle rotazioni, favorite dall’effetto snapback delle corde garantito dal pattern “aperto” del piatto (16×19).

Le maglie larghe del piatto corde rendono la Speed MP molto appetibile anche in termini di potenza ritornata.

Molto stabile ed efficace nei colpi di chiusura, soprattutto il diritto leggermente coperto lungo linea esce dal piatto corde che è un piacere.

Affidabile nel gioco da fondo campo, permette di gestire gli scambi con autorevolezza e sicurezza creando parabole precise e cariche di effetto.

Anche a rete si comporta bene grazie alla maneggevolezza ed alla stabilità che caratterizza la Speed MP (soprattutto in rapporto al peso contenuto di 300 g non incordata).

Ottima in tutte le varianti del servizio.
La prima di servizio piatta è potente e precisa e slice e kick generano traiettorie interessanti e fastidiose per gli avversari.
Soprattutto il kick, se si è dotati di buona gamba, genera una palla che schizza molto alta creando parecchi problemi in risposta.

In campo – I contro

Il back non mi è piaciuto molto in quanto non sono mai riuscito a giocarlo in modo aggressivo. Tendenzialmente la palla salta alta rendendo il back un colpo più difensivo che offensivo.

Anche il rovescio, nel mio caso ad una mano, non mi ha entusiasmato.
Per trovare la giusta profondità di palla in questo fondamentale serve adattamento ed il giusto setup corde altrimenti il colpo risulta corto e facilmente attaccabile.

A chi è indicata

La Speed MP è un telaio che si adatta a più stili di gioco anche se rende il massimo in mano a giocatori offensivi da fondo campo.

Visto il piatto corde (100 sq. in. con schema 16×19) ed il peso (300 g nuda), ormai standard di mercato, può essere utilizzata da tennisti di diverse categorie purchè dotato di buon braccio.

Le corde

Ho provato la Speed MP con le seguenti corde e tensioni:

Per concludere

La nuova Speed MP è un telaio migliorato rispetto alle versioni precedenti in termini di spin e potenza.

Buono il comfort e la stabilità, la Speed MP strizza l’occhio agli attaccanti da fondo campo che amano controllare il gioco e chiude il punto con un bel vincente.

Molto apprezzata la nuova veste grafica pulita e moderna che la rende facilmente riconoscibile e le dona una forte identità.

Ottime sensazioni ritornate dal setup con Hawk Touch 1.25 tirate a 21 kg che enfatizzano le attitudini di spin e controllo della Speed MP.

Ringraziamo Tennis Fun Bologna e Universo Tennis per la concessione del telaio che abbiamo utilizzato nei nostri test.