String Project Armour Soft 1.24

String Project Armour Soft 1.24

La corda

Le Armour Soft sono un monofilamento agonistico a forma circolare commercializzato da String Project.

Nasce dalla sorella maggiore Armour, dalla quale eredita la tenuta di tensione e la stabilità, amplificandone però l’attitudine alla spinta ed allo spin ma perdendo qualcosa, secondo me, lato controllo.

Non fatevi ingannare dall’aggettivo “soft”: rimane a tutti gli effetti una corda rivolta maggiormente ad un pubblico esperto anche se la rinnovata elasticità e la composizione (30% di Soft Co-Poliestere con Co-Poliestere ad alta densità (HDC) trattato in Alfa Olefine) non la rendono proibitiva a nessuna categoria di tennisti che però non riusciranno a sfruttare al 100% le caratteristiche di questo monofilamento.

Le Armour Soft sono commercializzate in colore bianco e disponibili nei calibri 1.24 e 1.29.

ll range di tensioni consigliate è tra i 18kg ed i 22kg e si raccomanda il pre-stretch (io le ho sempre montate con 10% di pre-stretch).

Prezzo indicativo: 10 euro circa a matassina di 12,5 metri.

Volevo soffermarmi qualche riga sul packaging delle Armour Soft (ed in generale sul packaging dei set da 12,5 metri di String Project).
Packaging ben fatto composto da una busta in plastica termosaldata e da un cover cartacea dalla grafica semplice e pulita dove vengono riportati, oltre alla doverosa descrizione commerciale, tutti i risultati dei test strumentali eseguiti da Gabriele Medri.
Apprezzabile la stampa dei range di tensione consigliata.
E’ vero che il libro non si giudica dalla copertina…ma indubbiamente aiuta!

I setup dei test

Ho montato le Armour Soft sui seguenti telai:

  • Yonex Ezone 98 incordata a 4 nodi a 20kg;
  • Babolat Pure Drive Play 2015 incordata a 2 nodi con tensione pari a 19kg;
  • Donnay Formula 100 incordata a 2 nodi con tensione pari a 19kg;
  • Tenifibre TFight 315 ProStock incordata a 4 nodi a 20kg.

Non ho riscontrato problemi particolari in fase di montaggio.
Ho sempre applicato pre-stretch al 10% su ogni installazione.

In campo

Buona la durata dinamica delle Armour Soft che garantisce almeno 10 ore di ottimo tennis.
Considerando il calibro medio (1.24) è una ottima durata.
Anche la stabilità è buona ma leggermente inferiore rispetto alle Armour.

Ottima l’attitudine alla generazione di potenza, nettamente migliorata rispetto alla Armour.
La palla esce dal piatto corde “pesante” e potente.
La particolare costituzione ed il procedimento costruttivo a molteplici fissaggi termici donano alle Armour Soft una maggiore elasticità che si traforma in “effetto frusta” (o elastico, come preferite) e permette, con semplicità, accelerazioni fulminee anche su palle senza troppo peso.
Per essere un mono l’attitudine alla potenza è davvero elevata!

Il controllo è nella media del segmento e leggermente inferiore rispetto alle Armour.
Non è il tipico mono “da controllo” anche se non delude nemmeno sotto questo aspetto.
Diciamo che se cercate il “controllo assoluto” sono presenti sul mercato altre corde con maggiore attitudine per questa caratteristica.

Corda comfortevole (ricordiamoci che è un mono agonistico) e con una buona uscita di palla.
Io l’ho sempre montata in fullbed e non ho mai riscontrato problemi o fastidi al braccio.
L’impatto è bello “pastoso” e pieno ed il calibro medio-piccolo fa “sentire” la palla davvero bene.
Il fatto che sia più morbida rispetto ad altre corde del segmento agonistico non deve comunque trarre in inganno…resta una corda studiata e realizzata per agonisti bene allenati.

Ottima anche l’attitudine alla generazione di spin.
L’elasticità e la conformazione della corda fanno si che l’accesso alle rotazioni sia semplice ed efficace.
I colpi, se portati con movimenti decisi, saranno “carichi” di effetto e creeranno parecchi grattacapi al proprio avversario.
Veramente ottime se montate su telai profilati (ho ottenuto il massimo dalla Pure Drive e dalla Formula 100).

string-project-armour-soft-124

Il precedente grafico rappresenta le attitudini della Armour Soft rilevate dai test strumentali eseguiti dal team di Stringingpedia.

Per concludere

Le Armour Soft sono corde di ottima qualità e fattura.

Studiate e progettate per un pubblico agonista non precludono il proprio utilizzo anche a giocatori di livello intermedio.

Ottime nella potenza e nella generazione di spin soprattutto se montate su telai profilati.

Corde che hanno tutte le carte in regola per diventare un “best seller” nella categoria dei monofilamenti agonistici!

Ringraziamo String Project che ci ha fornito le corde per le nostre prove.