Tecniche di incordatura: Sergetti Stringing

Proseguendo nella ricerca dedicata agli effetti dell’incordatura progressiva, abbiamo, in collaborazione con Sergetti, svolto un esperimento volto a determinare gli effetti del sistema di incordatura “custom” che prevede uno schema differenziato di incordatura variabile da corda a corda in funzione del telaio utilizzato, della corda utilizzata e della tensione desiderata.

La tensione di riferimento per le centrali è ancora una volta di 24kg ma si noti bene che lo schema di incordatura prevede una sequenza di tensioni null’affatto banali da applicare in sequenza corda dopo corda.

Cosa ci aspettiamo da questo tipo di incordatura?

Cosa ci aspettiamo dal pattern custom Sergetti?

Da quanto emerge dal confronto con i progettisti del sistema “Sergetti-stringing”, i vantaggi in termini di allargamento dello sweetspot dovrebbero essere particolarmente evidenti come pure la tolleranza sui colpi decentrati e di conseguenza la precisione in fase di esecuzione dei colpi.

Da quanto dichiarato risulta che la durata dell’incordatura dovrebbe essere superiore come pure il mantenimento della tensione che grazie a questo metodo bilanciato potrebbe essere sino a 2.5 volte superiore rispetto ad una incordatura di tipo “standard”.

Vantaggi Svantaggi
  • maggiore potenza ⇨ angolo di uscita maggiore
  • resa ottimale sui colpi in topspin ⇨ minore attrito fra le corde ⇨ massimo snap-back
  • incremento del comfort
  • maggiore tolleranza in fase di gioco
  • omogeneizzazione delle tensioni dopo poche ore di gioco
  • durata inferiore dell’armeggio utilizzato
  • complessità e durata del montaggio dello schema di incordatura

Analisi dello sweetspot

Racchetta utilizzata Babolat Pure Drive 2018
Corda utilizzata Signum Pro Poly Plasma 1.23
Schema 4 nodi a tensione progressiva Sergetti
Sovratensione nodo +10%
Tensione reale del piatto corde rilevata con pro-t-one chromatic S.T.D. 24 kg
Frequenza di vibrazione 622Hz
Tempo di attesa 4 ore
Tensione reale del piatto corde rilevata con pro-t-one chromatic S.T.D. 23kg ⇨ perdita di tensione -1kg
Frequenza di vibrazione 605Hz
Rigidezza dinamica stimata parte alta del piatto

39.6 DT-CH

Rigidezza dinamica stimata parte mediana del piatto 35.6 DT-CH

Dall’incordatura realizzata con il metodo Sergetti emerge il miglior dato relativo all’uniformità generale del piatto corde.
La tensione efficace omogenea rilevata in termini dinamici corrisponde con quella nominale (24kg) e lo scostamento delle rigidezze rispetto a quella rilevata a centro piatto è quella che raggiunge la migliore performance in termini generali.

Alla luce di quanto emerso l’incremento in termini di comfort e di allargamento dello sweetspot è percepibile, come pure l’incremento di comfort in fase di impatto nella zona superiore del piatto corde, anche se ovviamente la quantificazione analitica in modo univoco non è possibile in quanto non esiste un metodo standardizzato di determinazione dello stesso.